Master Gestalt Counseling

Il corso costituisce il più veloce e affidabile strumento per l’acquisizione di competenze e abilità tecnico-relazionali necessarie nelle professioni d’aiuto.
Un percorso di alta formazione che consente una rapida e concreta applicazione operativa attraverso lo strumento dell’apprendimento esperienziale.

Destinatari e obiettivi formativi

Il corso è rivolto ad operatori di comunità, socio-assistenziali e socio-sanitari, docenti, educatori, formatori, sacerdoti, medici, dirigenti sanitari, manager, liberi professionisti, psicologi, psicopedagogisti, studenti di area umanistica e a tutti coloro che vogliano sviluppare specifiche competenze socio-relazionali.

Finalità
  • apprendere le diverse abilità del counseling umanistico integrato;
  • formarsi alle abilità comunicative;
  • migliorare la capacità di ascolto;
  • acquisire una visione complessiva dei processi decisionali per una maggiore capacità di scelta nell’area personale e professionale.
Contenuti e metodologia didattica
  • modalità: conoscere le teorie e gli approcci che caratterizzano la pratica del counseling;
  • strategie: saper utilizzare le tecniche efficaci ed operare interventi con utenze diversificate;
  • finalità: riconoscere le proprie motivazioni, tra etica personale e deontologia professionale;
  • contesti: sviluppare gli ambiti di applicazione attuali e in prospettiva futura;
  • ruoli del counselor: definire il mandato sociale per una professione emergente.
Metodologia

L’apprendimento esperienziale avviene attraverso il processo di coinvolgimento emotivo all’interno del gruppo di formazione e consente un efficace sviluppo delle abilità personali e relazionali.

  • 20% lezioni teoriche
  • 30% esercitazioni pratiche
  • 30% laboratori esperienziali
  • 20% supervisione didattica

dal SAPERE al SAPER FARE, verso il SAPER ESSERE.


Il quadro teorico applicativo di riferimento è quello del pensiero fenomenologico esistenziale e umanistico integrato. In particolare vengono approfonditi i modelli dell’approccio centrato sulla persona di C.R. Rogers e dei suoi sviluppi e della filosofia e della pratica psicosociale della Gestalt.
Gli allievi sperimentano la conduzione di colloqui con videoripresa e successiva discussione e supervisione.

Articolazione del corso

Primo anno: undici moduli (sabato intera giornata domenica interra giornata);
secondo anno: dieci moduli (sabato intera giornata, domenica interra giornata) + modulo integrativo di cinque giorni nel mese di luglio, a Roma;
terzo anno: dieci moduli – domenica intera giornata + modulo integrativo di cinque giorni nel mese di luglio, a Roma.

Diploma e riconoscimenti

Al termine del corso, in conformità con gli standard nazionali ed internazionali della formazione al counseling, si ottiene la qualifica di “diplomati in counseling”. Viene rilasciato il diploma in counseling che consente l’iscrizione nei principali registri delle associazioni professionali nazionali di categoria.
Per il rilascio del diploma è necessario aver svolto un percorso di sviluppo personale individuale di almeno 30 ore.

Costi

Il costo annuale è di € 1.800,00 (milleottocento). Costi non compresi: libri di testo, eventuale percorso di sviluppo personale individuale, vitto e alloggio durante il Modulo Integrativo del II e III anno a Roma.

Modalità di pagamento e riduzioni

Per ogni anno: € 360 iscrizione + 8 quote da 180,00 (da gennaio a settembre).
Per il primo anno di corso è possibile usufruire di riduzioni, non cumulabili:
10% in caso di pagamento dell’intera quota annuale al momento dell’iscrizione;
10% riservata ai partecipanti ai corsi brevi “Micro counseling”;
Per accedere al corso è necessario un colloquio di orientamento (gratuito).

Per accedere al corso è necessario un colloquio preliminare

A.S.P.I.C. ha attivato nel 1984 il primo corso di counseling in Italia:
da allora è sinonimo di eccellenza nella progettazione e nell’erogazione
per la formazione alla relazione d’aiuto.

Allegati