MMF Programma

La formazione professionale del Mediatore Familiare
Il Master teorico-esperienziale biennale (320 ore)  è progettato secondo le specifiche definite dalla norma tecnica UNI e secondo gli standard qualitativi che caratterizzano il modello formativo del Gruppo A.S.P.I.C.

Il corso è composto da cinque moduli acquistabili separatamente. E’ quindi possibile costruire un piano di studio personalizzato, secondo le proprie esperienze pregresse, le esigenze formative e tenendo conto delle eventuali propedeuticità.

Materie trasversali, 72 ore
da gennaio a maggio del I anno.
• I princìpi della relazione d’aiuto
• I fattori comuni transteorici
• I comportamenti che agevolano la comunicazione
• I comportamenti che ostacolano la comunicazione
• L’approccio Centrato sulla Persona di C.R. Rogers
• L’ascolto attivo
• Il processo di cambiamento
• Le fasi del colloquio
• Il Focusing di E. Gendlin
• Il Tempo nella relazione d’aiuto

Materie specifiche della mediazione, 96 ore
da giugno del I anno a giugno del II anno.
• Il percorso di Mediazione: l’orientamento, il colloquio, le fasi del processo
• Il profilo del Mediatore familiare: contratto, confini e competenze
• L’alleanza, la presa in carico o l’invio ad altro professionista
• Il conflitto nel rapporto di coppia
• Le emozioni del Mediatore e della coppia in Mediazione
• Il ciclo di vita della famiglia e della coppia nella contemporaneità: • formazione, sviluppo, crisi
• Le implicazioni della separazione per i figli: prevenzione del disagio in età evolutiva
• La coppia: diversa composizione e evoluzione del concetto
• La negoziazione
• La riorganizzazione nel sistema familiare e la chiusura del rapporto di Mediazione
• Le scelte amorose, tra stili di attaccamento e collusioni di coppia
• Elementi di diritto di famiglia

Materie giuridiche, 60 ore – Formazione A Distanza
da gennaio a maggio del II anno.
• Il contratto nella Mediazione. Etica e deontologia del Mediatore.
• La regolamentazione sulla Mediazione in Italia e all’estero. La coppia nel diritto: matrimoni, convivenze, coppie di fatto. Diritti e doveri.
• La normativa su separazione, divorzio e filiazione. Normativa sull’affido condiviso.
• Gli elementi fondamentali sui i diritti dei minori. Regime patrimoniale della famiglia.
• Le cornici normative per la stesura degli accordi. L’invio del Giudice della coppia in Mediazione.

Modulo integrativo, 50 ore
a luglio del II anno, erogato dalla sede ASPIC di Roma.
Durante il modulo intensivo vengono svolti gli esami di valutazione, viene completato il programma delle materie specifiche della mediazione e viene svolta la prima parte del tirocinio (pratica guidata e supervisione).

Tirocinio – 42 ore
da settembre a dicembre del II anno.
La seconda parte del tirocinio (affiancamento e supervisione), viene svolta sotto la supervisione della Direzione didattica di ASPIC Umbria e in collaborazione con So.Stare – Associazione di Promozione Sociale, struttura di mediazione che opera attraverso uno staff di professionisti esperti nel territorio della regione Umbria. Durante il tirocinio è prevista la redazione di resoconti sulle esperienze e l’analisi dei casi.

Nota – La valutazione dei risultati dell’apprendimento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze, avviene attraverso due livelli di verifica.
L’esame di 1° livello consiste nella redazione di una tesi, in una prova scritta e una pratica: al superamento, viene rilasciata l’autorizzazione ad intraprendere la pratica operativa supervisionata.
L’esame di 2° livello consiste in una prova orale: al superamento si ottiene la qualifica professionale.

Il programma del corso è indicativo e può subire variazioni per esigenze didattiche e logistiche e per aggiornamenti scientifici e normativi.

Allegati